"Non temere, perché io sono con te;
non smarrirti, perché io sono il tuo Dio.
Ti rendo forte e anche ti vengo in aiuto
e ti sostengo con la destra vittoriosa".
(Is 41, 10)

Artigianato di Terra Santa

A partire dal XV secolo, i frati francescani hanno insegnato a molte famiglie cristiane di Palestina come lavorare il legno d’olivo e la madreperla, grazie all’aiuto di abili artigiani provenienti da Firenze. Le vicende politiche degli ultimi anni hanno però intaccato anche questa risorsa locale.

La maggior parte dei cristiani a Betlemme, ad esempio, lavora nel turismo e nell’organizzazione di pellegrinaggi, pilastri dell’economia della città. In seguito alle difficoltà economiche, al perdurare dell’instabilità politica, all’occupazione dei Territori palestinesi e ora anche alla pandemia, il flusso di pellegrini si è ridotto sensibilmente e molti cristiani hanno lasciato la regione.

In questo video si mostra la produzione di oggetti religiosi in legno d’ulivo,  lavoro artigianale che il World Craft Council (organizzazione affiliata all’UNESCO) ha premiato annunciando il riconoscimento di Beit Sahour come città mondiale dell’artigianato per il 2020.

Questo riconoscimento speriamo possa migliorare la collocazione dei prodotti artigianali palestinesi e possa contribuire a sostenere la produzione locale, parte integrante del patrimonio culturale della Terra Santa.

Anche con il nostro store, promuovendo l’acquisto di oggetti di artigianato locale, sosteniamo lo sviluppo economico del territorio di produzione, contribuendo altresì a frenare l’esodo dei cristiani arabi di Palestina.

 



Ciondolo con Tau

Ciondolo con Tau

Intagliato in legno d’ulivo da artigiani di Betlemme.
Condividi
email whatsapp facebook twitter telegram versione stampabile

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione